LA TOSCANA DA VISITARE

RICOMINCIAMO A VIAGGIARE, REGIONE PER REGIONE

di Beatrice Crescentini

Il Covid-19 ha stravolto le vite di tutti in poco più di due mesi. Non si sa bene come, non si sa bene perché, ma finalmente sembra si stia tornando a una “routine” più rilassata. Ovviamente non sarà mai la stessa cosa rispetto al “pre-covid, ma sicuramente, con qualche accortezza, possiamo ricominciare a prenderci gli spazi di cui il virus ci aveva privato.
Non spetta a noi criticare o elogiare ciò che fin qui è stato fatto, ma adesso il nostro invito è questo: ora che si sta ripartendo più o meno dovunque, perché non ci guardiamo intorno per riscoprire la nostra bella Italia? Dopo tutto, pensateci bene, centinaia di migliaia di persone ogni anno vengono nel nostro Paese da tutto il mondo, o sperano di visitarlo almeno una volta nella loro vita…

Dunque ecco la nostra sfida: cinque gite fuori porta, regione per regione, che non avreste mai sospettato…
Pronti per iniziare?

PITIGLIANO (GR) –

Pitigliano (GR), la piccola Gerusalemme
Secondo la leggenda questo paese è stato fondato da due romani, tali Petilio e Celiano, in fuga da Roma dopo il furto della corona d’oro di Giove. In realtà la storia di Pitigliano, chiamata anche la piccola Gerusalemme per la comunità ebraica insediatasi sin dal XVI sec., è ancora più antica: sebbene siano state trovate tracce di presenza umana sin dal Neolitico, Pitigliano è uno dei pochissimi insediamenti etruschi abitati ancora oggi!

– MONTEFIORALLE (FI) –

Montefioralle (FI): a spasso tra le colline del Chianti
La frazione del comune di Greve in Chianti è un piccolissimo angolo di paradiso, sospeso nel tempo: di “Monteficalle” (un tempo chiamato così forse per le numerose piante di fico che crescevano lì intorno), se ne trova traccia nei documenti, sin dall’anno Mille. Immerso nelle splendide colline del Chianti, l’odierno Montefioralle è un piccolo gioiello, che stuzzicherà non solo la vista, ma anche il palato!

– ANGHIARI (AR) –

Anghiari (AR): da celebre teatro di guerra a Città “Slow”
Ben nota al grande pubblico per il fallimento pittorico di Leonardo da Vinci, a cui fu commissionato dalla Signoria una pittura murale che doveva adornare Palazzo Vecchio, raffigurante la battaglia vinta proprio da Firenze contro le armate del duca di Milano e svoltasi nei campi intorno all’abitato, Anghiari è oggi non solo inserito tra i borghi più belli d’Italia, ma è anche una Bandiera arancione del Touring Club e Città Slow. Niente male!

Borgo a Mozzano (LU): il Ponte della Maddalena e la linea Gotica
Neanche 7000 anime per questo comune del lucchese, adagiato sulle rive del fiume Serchio, dove storia e leggenda si intrecciano. La storia è quella della Seconda Guerra Mondiale e della linea Gotica, costruita dai Nazisti per bloccare l’avanzata degli Alleati, le cui fortificazioni sono praticamente intatte.
La leggenda è rappresentata da uno smacco dell’uomo al diavolo: per costruire in tempo lo strano ponte che attraversa il fiume, il costruttore promise l’anima del primo individuo che lo avrebbe attraversato. Peccato che il tributo fu pagato da un animale (maiale o cane o pecora a seconda delle versioni) mandato per primo a camminare sul ponte. E il diavolo che fine fece? Sparì nel fiume portando con sé l’anima della povera bestia.

– CHIUSDINO (SI) – ABBAZIA DI SAN GALGANO –


Chiusdino (SI): l’Abbazia di San Galgano e la spada nella roccia
In provincia di Siena sorge forse uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Toscana: l’abbazia cistercense, oggi sconsacrata, di San Galgano, costruita nel corso del XIII sec. e definitivamente abbandonata nel XVIII. Dell’antico splendore rimangono oggi solo le mura. Neanche più il tetto di piombo, venduto nel 1550…
Ricordate la leggenda di re Artù e della spada nella roccia? Ebbene, a poca distanza dall’abbazia di San Galgano, più precisamente nella Rotonda di Montesiepi, si trova ancora oggi la spada del santo, infissa nella roccia sin dal XII secolo. Forse il poeta medievale Robert de Boron prese proprio da questo luogo ispirazione per la leggenda di Excalibur!




VUOI ENTRARE A FAR PARTE DELLA COMMUNITY DI TOP-ONE?

DIVENTA SPONSOR/PARTNER!

PER INFO:

email: info@locaeventi.it

Tel. 3939934778

LOCA EVENTI

Leave a Reply

Your email address will not be published.